Come Creare la Propria Realtà in 3 Passi

Gabriele RomboniArticoli, Crescita personale3 Commenti

Come creare la vita dei nostri sogni?

È sempre necessario sforzarci per cambiare noi stessi, i nostri limiti, affrontare le nostre paure oppure cercare di “forzare” la realtà utilizzando strategie per sfruttare la Legge di Attrazione?

Queste sono domande che mi sono posto per anni e ad oggi dopo una lunga serie di prove ed errori, anche gravi in alcuni sensi, posso dare una risposta, che sicuramente ti permetterà di dare una svolta alla tua esistenza.

Sicuramente se stai leggendo questo post, su questo sito web, è perché i tuoi interessi sono rivolti alla tua crescita interiore, e qualcosa ti spinge a cercare e cercare, ancora e ancora.

Sì, perché nonostante mille e più sforzi la tua vita non ha ancora preso la piega che vorresti.

Hai intrapreso un cammino di RISVEGLIO interiore e pensavi che questo ti portasse grandi e gustosi frutti.

Ma invece le difficoltà si sono moltiplicate oppure non sono “svanite” come pensavi.

È cosi? Ebbene questa è la situazione della maggior parte delle persone che si interessano a questo argomento e che cercano di migliorare la propria esistenza.

Purtroppo la maggior parte dei libri e delle fonti secondo me (anche se in buona fede) non mettono sulla giusta strada, perché spingono le persone a cercare di “forzare” e mettere pressione alla propria realtà cercando di modificarla coscientemente.

In realtà cercare di controllare la realtà e la propria vita con sforzi coscienti non è molto efficace.

C’è chi suggerisce di modificare i propri pensieri, chi utilizzare la visualizzazione, chi meditare, chi fare esercizi di presenza.

Ma la vera domanda è:

Chi è che fa tutto questo?
Siamo noi che lo facciamo? Lo facciamo noi…. CHI?

La nostra mente o la nostra Vera Essenza?

Dopo lunghe prove e ricerche, confermate anche da altri autori famosi sull’argomento, ogni nostra azione, ogni nostro pensiero, ogni nostra decisione, è letteralmente originata dal nostro SUBCONSCIO.

Anch’io inizialmente pensavo di possedere qualche tipo di potere ed essere realmente in grado di decidere o fare per me stesso e la mia vita, ma non è così.

Ogni evento è deciso e creato dall’inconscio ed ogni sforzo cosciente non può modificarlo in alcun modo.

È per questa ragione che tutti si lamentano di non riuscire ad attrarre ciò che vogliono, e invece ricevono SOLO ed esclusivamente il contrario.

Nonostante abbia scritto tutto questo, è possibile ottenere una vita Felice e veder realizzati i propri sogni.

Sarebbe assurdo pensare il contrario.

Ma allora come fare?

Nello specifico, bisogna “prendere coscienza” dei meccanismi inconsci che non ci permettono di essere, fare ed avere ciò che vogliamo.

Una volta fatto questo la vita diverrà gioiosa, splendida, e non occorrerà nemmeno muovere un dito per ottenere ciò che si vuole.

Ma attenzione: questo non esclude che ci siano momenti difficili. Essi ci sono e ci saranno sempre e sono ciò che ci permette proprio di prendere coscienza delle nostre mancanze, dei nostri limiti inconsci e di aprire le porte alla conoscenza interiore.

Adesso veniamo al dunque: come è possibile prendere coscienza dei propri meccanismi inconsci?

Per farlo ho realizzato un semplice sistema in 3 Passi.

Questo sistema richiede un po di attenzione e di pratica continua.
Come ben saprai il nostro inconscio crea in continuazione, 24 ore su 24 e per modificarlo non basta un intervento di 5 minuti quotidiani.

Quello che è FONDAMENTALE, è avere l’intenzione fissa sul volerlo conoscere, un’attitudine continua alla scoperta di se stessi.

Se imparerai a vivere con questa attitudine, la tua vita si trasformerà giorno dopo giorno in qualcosa di “Miracoloso” e prenderai sempre più fiducia in te e nell’Universo.

 

Il Metodo Segreto di “Pulizia” dell’Inconscio in 3 Passi

Passo 1. Prendere coscienza di se stessi, del momento presente e indagare i propri processi mentali ed emozionali.

Sembra facile vero? Sono sicuro che l’hai fatto innumerevoli volte.
Ma questa è solo la prima parte del passo.

Perché è molto limitativo prendere coscienza di se stessi quando non facciamo niente.
Io vi chiedo di farlo nei momenti critici, nei momenti in cui dovete prendere una decisione, quando venite invasi da un emozione, quando vi rapportate ad altri o proprio… mentre state chiedendo all’universo di fare qualcosa per voi.

Cosa sentite?
Quello che state facendo o dicendo è in linea con cosa sentite?

Vi faccio un esempio pratico tratto dalla mia personale quotidianità.

Nella vita svolgo anche il ruolo di Allenatore di pallavolo.
Un sabato sera la mia squadra doveva affrontare una squadra poco ostica e coscientemente credevo in una facile vittoria.

Ma invece questa non è arrivata, anzi la prestazione è stata un disastro.

Interrogandomi sull’accaduto, ho sentito profondamente che in realtà interiormente (nell’inconscio) avevo molta PAURA di perdere contro una squadra inferiore alla mia.

E questa paura non ha tardato a materializzarsi.

Ebbene cosa ho fatto? È bastato “prendere coscienza” di tutto questo perché la paura svanisse, per sempre. Nient’altro. L’avevo guardata negli occhi, compresa ed osservata. Punto.

Adesso hai capito?

Passo 2. Accetta la vita per com’è ADESSO e ringrazia.

La maggior parte di noi, vuole sempre ciò che non ha, è chiaro.

Ma come può una persone infelice di come è e come si sente attrarre o avere qualcosa di più?
È impossibile perché in caso contrario saremmo tutti in balia del caso.
Ma fortunatamente non è cosi.

Quindi il secondo passo da fare, è vivere nella GRATITUDINE: elencate almeno 10 cose di cui siete grati e ringraziate.
Se pensate di non averne nessuna, ringraziate di essere vivi, di avere un tetto sulla vostra testa, di poter mangiare… di poter ancora fare qualcosa di grande.

Passo 3. Ripulire senza sosta l’Inconscio

Come detto in precedenza, è il nostro subconscio a dettare Legge… fino a che non facciamo qualcosa per riallinearlo con i nostri desideri, i nostri sogni e lo ripuliamo da tutti quei limiti che ci deviano dalla “retta via”.

Un metodo potentissimo per ripulire l’inconscio, che sono sicuro avrei sentito , è l’ Ho’ Oponopono.

Di cosa si tratta? Si tratta semplicemente di ripetere dentro di se le frasi: “Ti amo, mi dispiace, ti prego perdonami, grazie”.

Queste semplici parole hanno l’incredibile potere di annientare le nostre credenze limitanti, i nostri pensieri più nascosti che non ci stanno permettendo di vivere una vita gioiosa.

Ripeti queste parole dentro di te non a caso o con aspettativa o verso qualcuno o qualche cosa. Ripetile indirizzandole al tuo Sé Interiore, alla tua anima, perché sei soltanto tu il creatore dell’Universo e della tua Vita.

Ebbene siamo arrivati alla conclusione, solamente seguendo passo-passo questo semplice e rapido metodo la tua vita già da subito si trasformerà in qualcosa di meraviglioso, i tuoi occhi cominceranno a vedere la vita sotto un altra magnifica luce e i Miracoli, diverranno una bellissima abitudine quotidiana.

P.S Ti invito a lasciare, qui sotto nei commenti, una testimonianza diretta della tua esperienza con questo metodo, o a suggerirne altri che hanno avuto un impatto positivo nella tua esistenza. Ci farebbe molto piacere, e sarebbe di enorme aiuto a tutte le persone che ci seguono.

Alla tua Felicità,
Gabriele

3 Commenti su “Come Creare la Propria Realtà in 3 Passi”

  1. Maria Grazia Cima

    Buon giorno davvero interessante cio’che ho letto di Gabriele Romboni.
    Bisogna prendere coscienza di se stessi, capire i propri limiti e soprattutto mai abbattersi, vivere.
    Chi e’geloso della tua vita, di cio’ che fai, dei tuoi sogni dei tuoi desideri, tu non ascoltare nessuno e’ perche’la loro vita e’ vuota.
    Accettare la vita per come e’adesso e ringraziare; il piu’delle volte non ci accontentiamo e ci rendiamo conto di aver perso cio’ che avevamo di prezioso,quando e’ troppo tardi.
    E’successo anche a me, nella mia vita, volevo tanto sempre di piu’,e non mi accontentavo di avere vicino un figlio dolcissimo e una madre stupenda.
    Ho avuto un’infanzia meravigliosa, avevo due genitori che si adoravano erano una cosa sola ed io figlia unica viziatissima e coccolata.
    Ho perso mio padre( mi e’morto tra le braccia) all’eta’ di 14 anni nel pieno della mia adolescenza; mia madre per colmare il vuoto lasciato ha dedicato quasi tutta la sua vita a me e poi a mio figlio.
    Ho avuto un marito inesistente e devo ringraziare mia madre se sono riuscita ad andare avanti tranquilla economicamente e moralmente.
    Mia madre mi ha accompagnato fino a 40 annni. La sua anima lieve e’ appassita nella sofferenza al primo sole di una nuova primavera. (era il 15/5/2008.)
    Sono passati nove anni ma la sua mancanza ed il ricordo e’ ancora nitido in me.
    E’ stata per me una madre, un’amica, una sorella,una confidente, era una donna straordinaria, vicino a lei mi sentivo la donna piu’ forte e felice.
    Ho dei rimpianti di non esserle a volte stata piu’ vicino, presa da mille impegni.
    Eravamo una famiglia( io, lei e mio figlio),vivevamo insieme.
    Mio marito non c’era mai, infatti poi mi separai.
    Dal 2008 la mia vita cambio’ notevolemente.
    Mori’ mia madre, mia suocera, mio suocero e infine il mio ex marito.
    Rimasi io e mio figlio, persa come una zattera in alto mare, ma tutto cio’ mi ha dato la forza di lottare e di ricominciare.
    Bisogna accontentarsi a volte di cio’ che la vita ci offre e non lamentarsi.
    Credere in se stessi, specchiarsi e dire io valgo” io mi amo non devo abbattermi; fare cio’ che ci piace, inseguire i sogni, ma soprattutto vivere.
    Grazie.

    1. Gabriele Romboni
      Gabriele Romboni

      Ciao Maria Grazia, sei una donna molto forte. Continua a vivere sicura di te, ad amare te e tutto il resto, e la vita prima o poi ti ricompenserà. Il prezzo che hai dovuto pagare capisco che è stato molto alto, ma l’universo è un giudice infallibile e non fallirà a donarti quello che meriti.
      Un abbraccio,
      Gabriele

  2. Maria Grazia Cima

    Ciao Gabriele, grazie per la considerazione e le parole stupende che mi hai rivolto.
    Ho potuto capire di te che sei una persona sensibile e profonda; hai” centrato” perfettamente l’importanza di amarsi e accettarsi, di raggiungere quella serenita’ che ci porta ad essere sereni anche con gli altri.
    grazie.
    un abbraccio,
    Maria Grazia

Lascia un commento