E se, la Maddalena …

Camilla ViscusiArticoli, RiflessioniLascia un Commento

„ Dalle sabbie rosse, dai contorni delle nuvole, li sento: mormorii e brusii, ma anche voci grevi e assordanti, filano veloci appena sopra le orecchie o già immerse nelle teste, chissà da quali anni e da quali vite, riemerse. Dramma nuovo e antico. Ci siamo. Il Sole e la Luna in consenso con le altre sfere, come perle su una … Leggi il resto

L’ombra della memoria – Dal mito della caverna alle “ombre” di Hiroshima

Anna ScelzoArticoli, Riflessioni4 Commenti

L’ombra sulle scale della filiale della Sumitomo Banck co. Di Hiroshima, 1945.   “Non mi avete fatto niente, non mi avete tolto niente, questa è la mia vita che va avanti oltre tutto oltre la gente/ Non mi avete fatto niente, non mi avete tolto niente, perché tutto va oltre le vostre inutili guerre.” (“Non mi avete fatto niente” Ermal … Leggi il resto

“Rischi di star bene… se curi le intolleranze alimentari”, Massimo Citro Della Riva – recensione di Laura Naselli

Laura NaselliArticoli, RecensioniLascia un Commento

Partiamo da una frase che mi è piaciuta moltissimo. “Ogni paziente è un mondo a sé e, più che i protocolli, serve la vostra grandezza d’animo. La ricchezza del sapere… del compatire…” Il termine compatire nasce nel tardo latino e significa “soffrire insieme”: il Medico che soffre insieme al Malato non è un semplice (cito) “burocrate da protocolli”, ma una … Leggi il resto

DEL LAVORO E ALTRI DEMONI 5

Laura NaselliArticoli, RiflessioniLascia un Commento

Milena non era una bellezza ma raramente gli uomini se ne accorgevano… ok… sto rubando l’incipit a “Via col vento” ma è talmente calzante che non ne ho potuto fare a meno. Ricominciamo: Milena non avrebbe potuto fare la top model, infatti faceva l’infermiera, però piaceva, eccome se piaceva! Con i suoi capelli lunghi neri come la notte, morbidamente arricciati … Leggi il resto

Dalla D di “digital” alla H di “humanitas” – il confine uomo-robot

federica cavaglianoArticoli, RiflessioniLascia un Commento

La generazione che va dalla metà degli anni ’60 all’inizio degli anni ’90 si è trovata nel mezzo di un cambiamento emblematico: il passaggio tra una società non improntata sulla tecnologia ad una società ipertecnologica. Questo cambiamento è definito come la quarta rivoluzione industriale ed ha avuto e sta avendo enormi ripercussioni in ogni campo della vita umana: in quello … Leggi il resto

Dulce est amare?

Stelio ZaganelliArticoli, RiflessioniLascia un Commento

Cosa resta? E’ davvero dolce amare? Un soffio divino? Un abbraccio che non ti fa respirare? O solo uno scherzo per indurti alla fine a riprodurre la razza umana? Un atto egoistico che pretende? O un generoso darsi senza volere nulla in cambio? E’ lecito parlare d’amore quando si dice: “Sono gelosa! Stai con me! Con nessun altra.” E’ lecito … Leggi il resto

“Giovane”, idealista e fulgido italiano

Stelio ZaganelliArticoli, RiflessioniLascia un Commento

Sono un “giovane”, idealista e fulgido italiano. E’ tempo di elezioni. 98 simboli presentati. E una marea infinita di pensieri, proposte, bugie anche. Ho provato ad immaginare se fossi io il prescelto, la persona che dovrebbe governare, che potrebbe governare. Ho immaginato il mio primo giorno. E ho capito che non ce l’avrei potuta fare. Ho pensato. Abbasso le tasse, … Leggi il resto

“Le quattro porte del Feng Shui” – recensione di Stelio Zaganelli

Stelio ZaganelliArticoli, RecensioniLascia un Commento

Le quattro porte del Feng Shui

Vento e acqua. L’acqua che tutto costituisce e il vento inteso come respiro, respiro interiore, respiro vitale, respiro dell’universo. Feng Shui, vento e acqua. Niente di più, e non è poco. Quante volte siamo entrati dentro ad una casa e ne siamo stati respinti? E quante volte invece un salotto o una camera in particolare ci hanno avvolto come una … Leggi il resto

E’ pronta la Terra e il Cielo è sceso a prenderLa

Camilla ViscusiArticoli, Poesia3 Commenti

Sale dal cuore, voce soave Candore. E’ la Madre. Soffia il Vento sulle sue labbra di Rosa E l’aria, tutta, si improfuma. Di cosa? Si domandano i figli D’Amore Senza storia. C’è una Donna che cammina Dietro ogni schiena Benedice la Vita Che di un corpo morto è prigioniera. Dentro me Dentro te. Dietro me Dietro te Le Sue mani … Leggi il resto

“Amore, Ciao” – recensione di Stelio Zaganelli

Stelio ZaganelliArticoli, RecensioniLascia un Commento

Amore

“Colui che dimentica il passato è destinato a riviverlo… se si soffre, che la sofferenza almeno ci insegni qualcosa!” Comincio da qui. Da questa frase che racchiude un universo di considerazioni tipo quante volte nella vita siete ricaduti negli stessi rapporti insoddisfacenti, soprattutto a livello sentimentale? Quante volte avete detto a voi stessi “troverò prima o poi la persona giusta” … Leggi il resto