Alessia Chiabotto
Biografia
Classe ‘71, solitaria, talvolta schiva, montanara nel sangue, di origine valdostana; trapiantata in Piemonte a mezza montagna tra i castagneti. Cercatrice dell’autosufficienza attraverso la coltivazione sotto fieno, il fotovoltaico, il solare. Ex organizzatrice di convegni sulla bioedilizia, di percorsi di benessere psicofisico per il bambino e l’adulto in natura e rilancio turistico delle piccole località di montagna. Laureata in scienze dell’educazione. Quasi tutta la vecchia me non esiste più da circa tre anni ... Questi ultimi anni mi hanno insegnato l’importanza dell’armonia, della solitudine creativa, dell’equilibro nel bastare a se stessi, del donarsi all’ambiente che mi circonda. Vivo nella lentezza, nella profondità delle semplici azioni. Sogno ad occhi aperti il mondo nuovo che sta nascendo. Cerco di nutrirlo e di sentirlo in ogni mio gesto, pensiero. Ho scoperto di amare la vita, di amare di essere “viva” ora, nel mio piccolo paradiso che sta nascendo, nonostante il caos di un vecchio mondo morente. Sentirmi collegata al Tutto significa sentirmi collegata a te, declinato in diverse forme e colori. Questa sono io, variopinta nella semplicità, serena e fiduciosa che tutto ciò che sta avvenendo non potrà che portarmi una ventata di novità, in modo che la noia non abbracci mai più la mia vita umana.
Articoli di Alessia Chiabotto

Il bambino naturale

Alessia ChiabottoArticoli, RiflessioniLascia un Commento

Il bambino diventa naturale quando la sua essenza cresce in un ambiente consono a sviluppare la sua interiorità, con un’attenzione alla sua integrità. Quindi l’ambiente naturale inteso come capace di sviluppare le sue potenzialità in modo naturale. Oggigiorno la maggior parte degli ambienti di crescita non sono idonei allo sviluppo psicofisico del piccolo. In primis le scuole, soprattutto i locali … Leggi il resto

La Saggezza di un Albero

Alessia ChiabottoArticoli, SpiritualitàLascia un Commento

Alberi sacri, alberi unici, alberi curativi… dentro il sogno dell’umano antico,l’albero era saggezza, era colui che aiutava i giovani a diventare uomini, poitutto è andato perduto.L’antica saggezza del mondo sembra persa nei meandri di una civiltà freddae rumorosa, ma dentro ad ogni bosco esiste un cuore che pulsa e che attendechi lo vuole ascoltare. Loro sono lì, apparentemente immobili, silenziosi. … Leggi il resto