Che importa?

Stelio ZaganelliArticoli, RiflessioniLascia un Commento

Che importa? Che importa se la terra è tonda o quadrata? Lo potremo mai verificare veramente? Che importa se la terra gira o forse sta ferma? L’ufficialità della storia? Il complottismo? Sapremo mai la verità? Cosa conta per vivere, sapere che un tempo eravamo guerrieri e oggi solo pedine? O forse conta comprendere chi siamo nel profondo? Siamo un’emanazione genetica … Leggi il resto

L’ombra della memoria – Dal mito della caverna alle “ombre” di Hiroshima

Anna ScelzoArticoli, Riflessioni4 Commenti

L’ombra sulle scale della filiale della Sumitomo Banck co. Di Hiroshima, 1945.   “Non mi avete fatto niente, non mi avete tolto niente, questa è la mia vita che va avanti oltre tutto oltre la gente/ Non mi avete fatto niente, non mi avete tolto niente, perché tutto va oltre le vostre inutili guerre.” (“Non mi avete fatto niente” Ermal … Leggi il resto

DEL LAVORO E ALTRI DEMONI 5

Laura NaselliArticoli, Riflessioni1 Commento

Milena non era una bellezza ma raramente gli uomini se ne accorgevano… ok… sto rubando l’incipit a “Via col vento” ma è talmente calzante che non ne ho potuto fare a meno. Ricominciamo: Milena non avrebbe potuto fare la top model, infatti faceva l’infermiera, però piaceva, eccome se piaceva! Con i suoi capelli lunghi neri come la notte, morbidamente arricciati … Leggi il resto

E’ pronta la Terra e il Cielo è sceso a prenderLa

Camilla ViscusiArticoli, Poesia3 Commenti

Sale dal cuore, voce soave Candore. E’ la Madre. Soffia il Vento sulle sue labbra di Rosa E l’aria, tutta, si improfuma. Di cosa? Si domandano i figli D’Amore Senza storia. C’è una Donna che cammina Dietro ogni schiena Benedice la Vita Che di un corpo morto è prigioniera. Dentro me Dentro te. Dietro me Dietro te Le Sue mani … Leggi il resto

Le coincidenze sono punti di contatto

Marina MagroArticoli, RiflessioniLascia un Commento

Ogni viaggio offre se stesso, con tutto quello che c’è, in quel tempo e in quello spazio chiamato destino o coincidenze in cui la nostra vita sfiora o incontra la vita di altri. Sta a noi decidere se rimanerci dentro perfettamente aderenti oppure no. Lisbona, questo il mio breve viaggio che mi congeda dal 2017. Quando viaggio mi piace trovare … Leggi il resto

Blood

Stelio ZaganelliArticoli, RiflessioniLascia un Commento

Passo le mani sulla mia testa. Sento il teschio sotto la cute, sottile. Le imperfezioni, le durezze e le parti più morbide. Penso alle immagini dei teschi a cui siamo abituati. Quanto siamo diversi senza la pelle. Scarni, essenziali, forse grotteschi. Ma anche se siamo ricoperti di quel tessuto misterioso, vivo e stratificato che è la pelle a celare la … Leggi il resto

Del lavoro e altri demoni 4

Laura NaselliArticoli, RiflessioniLascia un Commento

L’aria si era fatta tremolante, la vedevi vibrare intorno a te mentre ti azzardavi ad uscire di casa. Sto parlando di tanti anni fa, di quando un’ondata di calore senza precedenti e che sembrava non voler mai finire ci invase senza lasciarci scampo. A quei tempi l’aria condizionata era praticamente sconosciuta. Semplicemente se volevi un po’ di fresco aprivi le … Leggi il resto

Del lavoro e altri demoni 3

Laura NaselliArticoli, Riflessioni1 Commento

Per quanto ci si sforzi di far quadrare i numeri qualcosa sfugge sempre al nostro controllo e così il signor giudice era caduto nella trappola della malattia senza neanche rendersene conto. Sport, stile di vita sano, prolungati stazionamenti alle terme avevano rinforzato la sua fibra, irrobustito le sue membra e giocato a favore delle sue generali condizioni di salute. Gli … Leggi il resto

Avventurieri si nasce

Stelio ZaganelliArticoli, RiflessioniLascia un Commento

Sveglia alle sette. Mi faccio la barba? Oggi no, domani sì però. Faccio colazione, accompagno a scuola i figli. Vado al lavoro. Alle 13 spaccate vado a mangiare. Poi torno al lavoro. Poi rientro. Ceno. Metto a letto i figli. Guardo la tv. Sveglia alle sette. Mi faccio la barba. Faccio colazione. Figli a scuola. Lavoro. Pranzo. Lavoro. Torno. Cena. … Leggi il resto

IO SONO IL PIANETA MADRE

Camilla ViscusiArticoli, Riflessioni1 Commento

  La mia pelle è fatta di terra, soffice come sabbia, Umida come il fango, ruvida come la pietra, liscia come l’argilla. I miei capelli sono i fili dell’erba, le foglie degli alberi, i fiori della foresta. Le mie ossa sono le radici degli arbusti sottili e possenti. Il mio respiro si apre nel vento, ed è ossigeno per il … Leggi il resto